Segnalibri magnetici

Voi solitamente cosa usate come segnalibro?

Io da un po’ di anni ho scoperto i segnalibri magnetici. Li avete mai visti? Molti non li conoscono e io credo che siano molto utili. Sono dei pezzi di cartoncino piegati in due con all’interno applicati dei pezzetti di calamita che poi vanno a bloccare la pagina quando si toccano.
In questo modo il vostro libro potete metterlo al contrario, tirarlo per aria, farlo cadere per terra, e non perderete mai il segno.
Potete trovarli ovunque, (credo) comprarli su internet o, perchè no?, costruirli da soli, se ne siete capaci. Io ormai ho fatto la raccolta: ne ho comprati 3 persino al museo di storia naturale di Londra. Sono veramente comodi.
Per quelli che non lo conoscessero, vi metto una foto in cui potete vederne uno aperto e chiuso.

segnalibromagnetico

 

Annunci

41 pensieri su “Segnalibri magnetici

  1. Snake788 ha detto:

    Come segnalibro uso di tutto.. Dai fazzoletti a pezzi di carta del giornale. Una volta involontariamente si scollo la pagina 17 di un libro e usai quella come segnalibro.
    Un’altra volta invece non avevo proprio niente.. tirai fuori dalla tasca il portafoglio e usai un biglietto da 50 euro come segnalibro. Ti lascio immaginare le facce delle persone in metropolitana. 😀
    ciao

  2. RobyFocus ha detto:

    Quelli magnetici li conoscevo da qualche anno, ne ho anche usati un paio ma alla fine sui segnalibi sono un troppo “romantico” preferisco usare materiale reperibile al momento 😀
    Biglietti della metro, meglio di musei o di mostre o di posti visitati o cartoline.
    Segnalibri che una volta usati in quel libro lì rimangono e poi a distanza di anni quando sto spostando la pila di libri impolverati da una nicchia all’altra, o per un trasloco o perchè sis tanno spostando i mobili, mi capita di riaprili a caso, magari quelli che mi erano piaciuti di più e sorpresa vi trovo il biglietto di quella volta che a Parigi salimmo a Monmartre o del CableCar di San Francisco o della mostra fotografica a Palazzo Reale del 1998, etc.etc.
    Mi piace quel ricordo di quando stavo leggendo quel libro in particolare… son fatto così, sono un sentimentalone 🙂

    • Vαlentinα ha detto:

      Io invece sono una persona di quelle “troppo ordinate” e “troppo pignole” quindi non potrei mai lasciare un biglietto del tram, di un museo, o comunque qualcosa dentro un libro. So benissimo che il mio comportamento è eccessivo e che non sempre è normale ma non riesco a farne a meno 😛 Comunque capisco benissimo cosa intendi.
      Quindi a te piace l’aria di “vissuto” che assume il libro grazie a quel qualcosa che ci lasci dentro e che ti fa ricordare un momento particolare. A me no, anche perchè quando leggo sono quasi sempre a letto, quindi non mi ricordano nulla. Più che altro i miei libri e i miei segnalibri sembrano nuovissimi. E’ un altro dei miei difetti (se poi sono difetti), non vivo le cose, le utilizzo facendole restare praticamente nuove 😀

  3. Mery ha detto:

    Sono l’unica ad usare il bastoncino del gelato? 😀
    Bello questo magnetico, non lo conoscevo. Di solito quando esco da una libreria mi sento troppo spennata perchè mi sfiori solo lontanamente l’idea di acquistare anche un segnalibro. 😀

    • Vαlentinα ha detto:

      Quella del bastoncino del gelato mi mancava!!!
      Comunque sai, quelli che ho non li ho mai comprati in libreria. Alcuni, come ho detto su, li ho presi al museo di storia naturale di Londra, infatti ci sono gli animali stampati sopra, sono bellissimi, e altri in un negozio che anni fa era vicino casa mia, che si chiamava “La città del sole”, dove vendevano giochi e giocattoli, però c’erano anche questi segnalibri. Una mia amica li ha scoperti, me li ha fatti conoscere e io mi ci sono fiondata.

  4. *Lucy* ha detto:

    Ho usato per un pò di tempo un segnalibro magnetico, ma alla fine mi scocciava “rovinare” le pagine adiacenti e successive perchè il magnete ha sempre un certo spessore e se il libro lo lasciavo in zaino o in borsa mi ritrovavo quelle pagine tutte spiegazzate o strappate! E poi tu parli di eccessi. Tsè. xD
    Ora quindi vado sul classico: segnalibro di cartoncino dipinto a mano oppure uno in pergamena (souvenir di un’amica dall’Egitto). Anche se, ora che ci penso, non leggo davvero da MESI in modo assiduo. Maledetti esami! 😉

  5. aleksanderlafleur ha detto:

    Ciao!

    Io uso ciò che capita a tiro, un biglietto del tram o un fazzoletto (non usato magari è meglio 😛 ) Quando riesco invece a ricordarmi di portarlo con me (solitamente comincio a leggere a casa ed esco con il naso ancora fra le pagine) mi porto il mio rettangolo plastificato con rappresentata una bambina un pò inquietante a dire il vero 😛

    Beh,un saluto! e passa a trovarmi,sono nuovo tra i blog e sono uno scrittore,magari potrebbe interessarti il mio progetto.

    Alek

    • Vαlentinα ha detto:

      Ciao, benvenuto!
      Io non porto quasi mai il libro fuori di casa, perchè quando esco ho sempre delle cose ben precise da fare e non mi capita mai ad esempio di prendere i mezzi pubblici e quindi di avere un po’ di tempo così per leggere. Quando leggo sono sempre a casa oppure magari quando accompagno mio padre in campagna e siccome non mi avvicino neanche morta all’orto, resto in macchina col mio libro.

      Passerò 😉

  6. marcoangels ha detto:

    Ne ho uno, e uno solo. Una citazione di Toto: “Signori si nasce e io, modestamente, lo nacqui.” C’è solo un dovere per un buon lettore: mai, e dico mai!, fare le orecchie agli angoli delle pagine!! =P

  7. beatriceblackbird ha detto:

    Dai carini, per una disordinata come me che tiene il libro di lettura nello zaino insieme a quelli di scuola, il tutto puntualmente sballonzolato per almeno due ore al giorno. Sinceramente non ne avevo mai sentito parlare, mi hai illuminata, mi metterò subito alla ricerca di uno carino da comprare!
    Comunque anche io ho qualcosa di simile, che ti permette di non perdere mai il segno: è un segnalibro della Legami, semplice cartoncino con un elastico resistente attaccato in cima, lo metti dentro al libro e poi lo leghi con quello…per ora sembra funzionare! 🙂

  8. karina890 ha detto:

    Bello il segnalibro magnetico! Appena lo trovo lo prendo anch’io! ^^
    Allora, io uso di tutto: dai segnalibri classici, di carta, fatti all’uncinetto, con immagini fotografie d’arte ecc., alle carte da gioco (oh, yes 😉 ) i santini (ne ho uno in particolare che amo molto della Medaglia Miracolosa e ho usato per Guerra e Pace ^^), i bastoncini del gelato come hanno già scritto, userò i biglietti del metrò di Roma, ne ho fatti un paio io con il computer (ma li rifarò: erano troppo piccoli 😕 ), ne ho un paio di Hello Kitty trovati nel succo di frutta -forse non li ho mai usati – e dalla capitale ho portato un calendario- segnalibro dedicato alla Cappella Sistina. Se il libro ha la sovra copertina uso quella ^^
    Come vedi mi accontento di poco… 😉

  9. Dottor Jim ha detto:

    Segnalibro? cos’è? XD

    No vabbè, pure io uso tutto quello che capita sul momento, principalmente fazzoletti o altri pezzi di carta 😀

  10. menteminima ha detto:

    Ogni volta che vado a visitare un museo ne compro uno che raffiguri un’opera esposta. Lo uso e lo lascio dentro al libro una volta che ho finito di leggerlo.
    A volte uso l’orecchia …

  11. ilgattosyl ha detto:

    Rigorosamente l’orecchia, testimonianza di dove ti sei fermato a leggere o anche promemoria per frasi interessanti (in quel caso l’orecchia è in basso). Il libro deve essere vissuto, altrimenti passa all’e-book…

  12. franciswolves ha detto:

    Ne ho uno, di questi segnalibri con calamita. Un pensiero di un’amica polacca (!) conosciuta in Olanda (!!). In ogni caso preferisco i segnalibri “ufficiali”, anche le semplici strisce di carta con gli orari della biblioteca, a quelli improvvisati 🙂

  13. lakrytsa ha detto:

    Mi sarebbe utilissimo un segnalibro del genere, dato che tendo a perdere sempre, immancabilmente, il segno! Ho provato un po’ di tutto, biglietti, cartoline, segnalibri fatti a mano da mia mamma con cartoncini riciclati da scatolette varie. Questo mi manca, non sapevo nemmeno che esistesse. Ora che l’ho scoperto terrò gli occhi aperti! Deve essere mio! 😀

  14. Andrea Magliano ha detto:

    I segnalibri che uso sono un po’ tutto ciò che trovo in giro eheh dal segnalibro vero e proprio, al foglietto con i dati degli abbonati dei periodici, persino a volte le matite. Ma effettivamente puntualmente perdo il segno e a volte anche il segnalibro! Insomma sono permetti questi magnetici 🙂

  15. Effe ha detto:

    Maccccchefichi! io sto usando dei segnalibri SCRAP fatti con le mamme (con cui sto lavorando) grazie all’aiuto di Valentina e Serena, due maghe dello scrapbooking!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...