“Stampa e cultura in Europa tra XV e XVI secolo” di Lodovica Braida

Parliamo oggi di un libro abbastanza piccolino, ma davvero prezioso. Si tratta di un testo che, come capirete dal titolo, racconta dei rapporti tra stampa e cultura in Europa tra il quindicesimo e il sedicesimo secolo. Un po’ di tempo fa mi è capitato di seguire all’università un seminario molto interessante sulla storia del libro, sia come prodotto che come strumento culturale, e ho scoperto una serie di cose che non sapevo: da come si fa la carta a come si impaginano i libri. Sapevate, ad esempio, che per decidere le misure di una pagina si sono fatti e si fanno diversi calcoli abbastanza complicati? Ecco, se oltre a leggere una bella storia volete saperne di più su come la storia e il tempo vi hanno permesso di tenere quel libro in mano, dovete assolutamente prendere questo libriccino.

Con il suo libro Lodovica Braida ci fornisce una bellissima panoramica storica su quello che è stato il libro attraverso i secoli XV e XVI.

Tutti, o quasi, amano leggere, ma quanti di noi si sono mai chiesti come è nato il libro, come si è evoluta la lettura e qual è stato il loro ruolo nella nascita della cultura europea? Oggi ci basta recarci in una qualsiasi libreria e acquistare, anche a poco prezzo, un libro come prodotto finito, ma cosa c’è alle spalle di tutto questo?

continua a leggere su Leggeremania…

Annunci