“Col corpo capisco” di David Grossman

Col corpo capisco è una lettura abbastanza difficile che ho affrontato lo scorso dicembre. Devo dire che alla fine del libro sono rimasta un po’ perplessa e ho avuto bisogno di tempo per riflettere su i due racconti che avevo appena finito. Non ho capito subito se quest’opera mi fosse piaciuta o no, ma di certo non mi ha lasciata indifferente. Grossman ha un modo molto particolare di iscrivere e di fare introspezione, un modo molto profondo, oserei dire quasi spirituale. Però per essere capito bene va letto, quindi se vi sentirete di affrontare quest’autore capirete bene quello che ho provato io.

Ed è stato complicato perchè quando leggiamo ci scappa sempre un secondo di distrazione. Ad esempio durante una lunga descrizione ci viene in mente quello che dobbiamo comprare al supermercato, la telefonata che dobbiamo fare ad un amico, ecc. Qui non sono ammesse distrazioni. A me è successo e sono dovuta tornare indietro, perchè perdendo un pezzetto si perde tutto. Direi quindi che non è adatto per chi vuole distrarsi e svagarsi.

Vi lascio la recensione scritta per Leggeremania.

Col corpo capisco: la gelosia raccontata da David Grossman.

Sono due racconti lunghi pubblicati da Mondadori nel 2009: Follia e Col corpo capisco, che dà il titolo all’opera. Il primo vede come protagonista Shaul, un uomo che fa un viaggio in macchina con sua cognata Esti e le racconta della relazione che sua moglie Elisheva intrattiene da diversi anni con un altro uomo, Paul. Lui ne è al corrente, sa quando lei esce, dove va, quanto durano i suoi incontri con Paul e cosa fanno insieme, però confessa di non averla mai seguita o spiata. Lo sa e basta. Il suo sentimento di gelosia lo ha reso paranoico e quasi folle (da qui il titolo del racconto) e ha uno strano effetto…

Continua a leggere su Leggeremania…

Annunci

13 pensieri su ““Col corpo capisco” di David Grossman

  1. rodixidor ha detto:

    Mai letto un libro di Grossman, non so perché, o forse sì lo so. E’ che tutte le donne che conosco possono essere divise in due classi disgiunte: “quelle che amano Grossman” e “quelle che lo odiano”. Forse temo dover formulare il mio giudizio 😉

  2. karina890 ha detto:

    Dalla tua descrizione mi sembra quasi di vedere come si svolgono i racconti: un bel po’ intricato il suo stile. Passo ad un altro momento più libero per la mia mente. o.o

  3. marisamoles ha detto:

    Non è un autore facile. Non ho mai letto un suo libro interamente ma mi è capitato spesso di trovare dei brani dei suoi racconti e romanzi nelle antologie scolastiche. E mi è bastato.
    Ammiro sempre più la tua disponibilità a leggere tutto. Io sono, invece, molto selettiva, specie perché devo concentrare la lettura annuale in due mesi. 😦
    Ho appena scritto un articolo sulle letture in Italia: meno della metà della popolazione legge un libro all’anno. E dico uno. Tu con i tuoi 58 sballi tutte le statistiche. 🙂

    • Valentina ha detto:

      “E mi è bastato”

      Hai detto tutto, insomma ahahah
      Vengo subito a leggere il tuo articolo! Sballo tutte le statistiche, sì, magari aiuto un po’ anche ad alzare la media. Voglio provare a leggere di tutto, bene o male che vada è sempre un’esperienza.

  4. dorotea ha detto:

    Nella sostanza della mia intimità ci sono parti e concetti di questi due racconti da cui non posso più prescindere.
    Ho letto molto di Grossman, fa parte della mia formazione e nonostante tutto ogni volta è una gran fatica (per lettura e emozioni). Ho capito che con i suoi testi molto dipende dalla disposizione d’animo a accoglierli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...