“Lo Hobbit” di J. R. R. Tolkien

WP_003062Questo è il primo libro che ho letto nel 2014, ma ne sto parlando solamente adesso perché ci ho messo davvero tanto a finirlo. Non è molto lungo, ma purtroppo la mia mente è stata presa da altri pensieri e, per quanto la lettura sia importante e sia la mia passione, ci sono altre priorità. Adesso, a mente fresca, possiamo parlarne un po’.
Allora, il libro l’ho preso una decina d’anni fa insieme a Il signore degli anelli con una specie di promozione. Avevo già provato a leggerlo anni fa, abbandonandolo due giorni e cinquanta pagine dopo. Penso di essermi persa nelle descrizioni ma, siccome sono testarda, quando non riesco a fare qualcosa, faccio passare un po’ di tempo e ci riprovo. E infatti questa è stata la volta buona, anche se con la testa ci stavo poco.

Penso che la storia la conosciamo un po’ tutti, anche perché già hanno dato al cinema i primi due film, ma cerchiamo di fare il punto (non si può raccontare tutta la trama senza riscrivere il romanzo!). Lo hobbit non è altro che Bilbo Baggins, protagonista della storia, che un bel giorno si vede arrivare nella sua tranquilla e comoda casetta un gruppetto di nani e il mago Gandalf, i quali gli dicono che bisogna intraprendere una missione e c’è bisogno di lui. Bilbo, ripresosi dalla confusione, decide di andare con loro e gli viene spiegato che lo scopo del viaggio è quello di andare a riprendere possesso della Montagna Solitaria e di tutte le ricchezze che sono state sottratte ai nani, tantissimo tempo prima, dal drago Smaug. Ovviamente prima di arrivare alla montagna vivono tantissime avventure che fanno rallentare il loro viaggio, ma fanno appassionare sempre più il lettore. Bilbo, che all’inizio viene considerato quasi una palla al piede dai suoi compagni, alla fine risulta essere il pezzo da novanta del gruppo, quello che salva gli altri in più occasioni e si dimostra furbo e puro di cuore, anche se molto spesso vorrebbe non aver accettato di partire.

Il libro è nato, secondo Tolkien, come fiaba per bambini, infatti dal tono della narrazione si capisce che è una fiaba molto leggera. Il primo editore dell’opera, Unwin, pensava che per questo genere di libri i migliori critici fossero i bambini stessi; per questo motivo lo fece recensire a suo figlio Stanley, che venne ricompensato di uno scellino e ne parlò in termini entusiasti:

Bilbo Baggins era un Hobbit che viveva in una caverna Hobbit e non aveva mai avventure, un giorno lo stregone Gandalf lo persuade a partire. Ha delle eccitanti avventure con orchi e mannari. Alla fine arrivano alla Montagna Solitaria; Smaug, il drago che vi abita è ucciso e dopo una terrificante battaglia ritorna a casa – ricco!!
Questo libro con l’aiuto di mappe, non richiede nessuna illustrazione è buono e può interessare bambini dai 5 ai 9 anni.

Oggi, anche se non tutti l’hanno letto, Lo Hobbit è diventato popolarissimo, grazie soprattutto alle trasposizioni cinematografiche dell’omonimo libro e de Il signore degli anelli, ma va detto che le storie sono leggermente diverse. Nella pellicola, infatti, sono stati inseriti elementi che nel libro non sono presenti, come ad esempio (per chi di voi l’ha visto al cinema) il personaggio dell’elfa Tauriel o il rapporto che questa ha col nano Kili. Peccato, perché personalmente l’elfa mi era piaciuta tanto, ma ho scoperto che era solo un’invenzione del regista.
Tornando al libro, comunque, io ho letto nello specifico un’edizione di Mondolibri annotata da Douglas A. Anderson, in cui si trovano diversi approfondimenti e rimandi ad altre edizioni o opere, ma anche moltissime illustrazioni prese dalle varie versioni in altre lingue dell’opera. Ad ogni modo è una lettura veramente entusiasmante, perfino per chi, come me, non ama i racconti d’avventura!

Titolo: Lo Hobbit
Autore: 
J. R. R. Tolkien
Traduzione: 
Elena Jeronimidis Conte
Genere: 
Romanzo
Anno di pubblicazione:
 1937 (questa edizione è del 2002)
Pagine: 398
Editore: Mondolibri (su licenza Adelphi)

Giudizio personale: spienaspienaspienaspienasmezza

Annunci

12 pensieri su ““Lo Hobbit” di J. R. R. Tolkien

  1. antina93hippo ha detto:

    Anche io l’ho letto (durante alcune lezioni all’Università, per cui ho avuto la scusa di non abbandonarlo).
    Condivido appieno la tua recensione. E’ un bel libro e, se preso con lo spirito giusto, anche piuttosto scorrevole. Sicuramente non lo si può neppure lontanamente paragonare al Signore degli Anelli (che solo pochi eletti hanno letto e sopportato :D)

    • Valentina ha detto:

      Sì, infatti questo è molto più semplice del Signore degli anelli, ma anche quello va letto. Alla fine sono collegati, quindi sarebbe un po’ come lasciare la storia a metà. Possiamo dire che in teoria la storia la conosciamo perché il film, volenti o nolenti, l’abbiamo visto tutti, ma sappiamo bene che leggere un libro è una cosa totalmente diversa dal guardarne la trasposizione al cinema 😉

  2. martisorrentino ha detto:

    Ho visto i primi due film tratti da “Lo Hobbit” ma ancora non mi sono decisa a leggere questo romanzo. In realtà la voglia di leggerlo c’è ma ho preferito dar spazio ad altri libri però probabilmente in quest’anno gli darò un’opportunità. Ti farò sapere, buona serata 🙂

  3. ismaelfox ha detto:

    Ciao! Ho deciso di seguire questo blog, dato il mio amore per la lettura…e poi sei veramente brava con le recensioni, quindi conoscerò nuovi libri 😉
    Per quanto riguarda Lo Hobbit…questo libro l’ho letto e mi è piaciuto moltissimo! E sì, sono un po’ dalla tua parte, quando dici che è una delle poche (anzi rarissime, a mio avviso) volte in cui il film supera il libro. Per quanto ami il mondo del Signore degli Anelli, devo concordare su questo fatto. Beh, rimane il fatto che è lo stesso un libro grandioso, da quel genio di Tolkien! 😀

    -IsmaelFox

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...