“Concerto per mio padre” di Yasmine Gatha

Un libro dal tono lirico e coeso.
(Stilos)

copertina gathaConcerto per mio padre è un romanzo dell’autrice francese di origine libanese Yasmine Gatha, edito nel 2013 da Del Vecchio. È un libro interessante, scritto con un linguaggio particolare, che sicuramente appartiene più alla sfera orientale che a quella europea.

La Gatha racconta una storia senza tempo, ambientata chissà dove e allo stesso tempo in ogni luogo. Barbe Blanche, un vecchio suonatore di târ, muore e i suoi due figli si recano in un’altra città alla ricerca di un liutaio che cambi le corde allo strumento ricevuto in eredità dal padre. Quella, però, è la città in cui viveva l’uomo che Barbe Blanche tempo prima aveva ucciso, forse per invidia, Mohsen, il più famoso suonatore di târ. Il figlio di Mohsen, a capo della città di Ardabil, non li accoglie bene, anzi li fa imprigionare, fino a quando non accade qualcosa di incredibile: uno dei ragazzi, il maggiore, Hossein, compie una sorta di prodigio, sembra quasi che il fantasma di Mohsen, il musicista profeta, aleggi su tutti loro.

La storia è narrata in prima persona, di volta in volta, da un personaggio diverso. Si mischiano le voci dei figli e della moglie Barbe Blanche, le quali ci portano a conoscere quello che è accaduto molto tempo prima di quando si svolge la vicenda. Scopriamo così i vari punti chiave del libro, il delitto, il tradimento, l’amore e la spiritualità. E tutto ciò è scandito dalla melodia del târ, che sembra di sentire durante la lettura delle pagine di Yasmine Gatha; una melodia a tratti serena e ispiratrice, e a tratti decisamente malinconica. Lo strumento è molto particolare, sembra voler rispondere solo a chi è puro d’animo, come Mohsen e Hossein, sul quale si scoprirà qualcosa di molto importante dalle parole della madre.

Per quanto mi riguarda, credo di avere qualche difficoltà con ciò che è lontano da me che sono un’occidentale. Il modo di raccontare di Yasmine Gatha è particolarmente delicato e sofisticato, l’autrice scava nel profondo dei suoi personaggi e li colloca in un luogo fuori dal tempo e dallo spazio, i quali, però, rappresentano forse il tempo eterno e lo spazio infinito. All’inizio la Gatha dichiara: «Ai miei occhi, scrivere nel terzo millennio, è rallentare il mondo, prendersi il tempo necessario per guardarlo in faccia», e forse è questo lo scopo della sua scelta stilistica, fermarsi e riflettere un momento su ciò che sembra sfuggire ai nostri occhi.

Titolo: Concerto per mio padre
Autore: 
Yasmine Gatha
Traduzione: 
Angelo Molica Franco
Genere: 
Romanzo
Anno di pubblicazione:
 2013
Pagine: 128, brossura
Prezzo: 13 €
Editore: Del Vecchio – Collana Formelunghe

Giudizio personale: spienaspienaspienasvuotasvuota

Yasmine Ghata, figlia della poetessa di origine libanese Vénus Khoury Ghata, è nata in Francia nel 1975. Ha studiato alla Sorbona e all’École du Louvre, specializzandosi in arte islamica. Nel 2005 ha pubblicato in Italia per Feltrinelli il suo primo romanzo, La notte dei calligrafi, vincitore nel 2007 del Premio Autore Esordiente alla XXVI edizione del PREMIO GRINZANE-CAVOUR. Sempre con Del Vecchio editore è uscito in Italia La bambina che imparò a non parlare. Nell’intenso La bambina che imparò a non parlare ha spiegato ai suoi lettori come per anni abbia odiato la scrittura proprio perché figlia di una grande poetessa: Vénus Khoury–Ghata. E di come a sei anni, in virtù di questa idiosincrasia, abbia distrutto la macchina da scrivere della madre, dopo averla spiata pomeriggi interi dietro libri aperti che faceva finta di leggere. Sarà l’incontro fortuito a venticinque anni, nell’ala Richelieu del Louvre, con un’iscrizione realizzata dalla nonna – la celebre miniaturista Rikkat Kunt – a farle comprendere che per conoscere la sua storia doveva scriverla. Yasmine Ghata inizierà e continuerà a scrivere per ascoltare da vicino la voce del mondo che le sfugge.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...