“99 rimostranze a Dio” di AA. VV.

Qualche settimana fa sono venuta a conoscenza di una nuova casa editrice, la Ottolibri, nata ad ottobre. La responsabile editoriale (e autrice), Eva Clesis, mi ha presentato questa nuova realtà editoriale, e quando quando qualcuno fa le cose con serietà, tanto di cappello. Essere seri, in questo ambito, equivale (almeno per me e almeno in parte) a non rubare soldi alle persone; Ottolibri infatti non pubblica a pagamento e offre, in particolare, agli esordienti «una possibilità di pubblicazione in digitale e in edizione limitata», come Eva stessa mi ha spiegato.

copertina rimostranzePer conoscere meglio ciò di cui stiamo parlando ho avuto a disposizione due testi. Per adesso ho potuto leggerne solo uno (sapete quelle scalette che i lettori voraci come me si fanno e s’impongono di rispettare, no?), che è 99 rimostranze a Dio, una raccolta, curata dalla responsabile editoriale, in cui ben 101 autori s’impegnano a scrivere una lamentela al Padreterno. Tra questi autori, per farvi un esempio, ce ne sono due di cui abbiamo già parlato tempo fa, Luca Fadda e Angelo Orlando Meloni.
L’idea è nata, come spiega la Clesis nelle pagine di presentazione, quando una sera si stava truccando e forse per un cattivo movimento lo spazzolino del mascara le è finito nell’occhio; allora, rivolgendosi al Padreterno, ha pensato:

Perché? Perché, per ogni cosa che faccio, vengono fuori decine e decine di problemi annessi e connessi? La mia vita sembra una barchetta nel mare in tempesta: per quanto io cerchi di trovare soluzioni creative per rimanere a galla, ognuna di esse apre magicamente nuove falle e via così. Ma soprattutto: perché ficcarmi lo scovolino del mascara nell’occhio? Era quasi mezzanotte, uscivo in autunno per una passeggiata notturna, tra saracinesche abbassate e strade deserte: truccarsi per chi?

Questo pensiero le ha fatto venire un’idea che secondo me è molto carina e che l’ha portata a contattare i vari autori, che non sono tutti scrittori professionisti. Tra loro troviamo, infatti, blogger, giornalisti, attori, sceneggiatori e tante altre personalità. In più, il progetto prevede che con i soldi della vendita di questa antologia si finanzi il lavoro di traduzione di almeno un’opera, un testo inglese.
Quello che ne è venuto fuori è un libro molto vario al suo interno, in quanto gli autori sono tutti diversi e si rivolgono a Dio in modo del tutto personale. C’è chi gli scrive in modo più formale, quasi con tono burocratico, e chi gli parla come se fosse un amico d’infanzia; c’è chi si lamenta della fame del mondo o di problemi seri e chi non riesce a capire perché il Padreterno abbia attribuito così tante calorie alla cioccolata piuttosto che alle verdure. Ognuno di noi, insomma, ha un motivo diverso per lamentarsi di qualcosa che nella propria vita lo disturba.
Per darvi un’idea di cosa andrete a leggere, qualora voleste acquistare il libro, vi lascio qui la rimostranza n. 31, che è forse quella che mi è piaciuta di più, anche perché credo sia un problema di tutti. Anzi di tutte, noi donne.

(RIMOSTRANZA n. 31)

Buongiorno,
è con sommo dispiacere che devo lamentarmi del servizio offerto dalla vs. spettabile società.
Sebbene siano stati promessi, in fase di creazione, ogni sorta di pari opportunità, vantaggi a zero problemi e soprattutto equità nella qualità dei prodotti creati, mi trovo totalmente in disaccordo su alcune scelte da voi attuate.
Trovo infatti deplorevole e scandalosa l’idea di attribuire al sedano 15 kcal per etto contro le oltre 500 affibbiate alla cioccolata! Ciò è profondamente ingiusto e deleterio in quanto provoca, negli acquirenti ignari, tragici effetti ponderali non facilmente risolvibili!
Tra l’altro, mi duole riscontrare che i vs. prodotti, specialmente quelli a più alto tasso calorico, provocano dipendenza e assuefazione! Questa è una truffa bell’e buona! Sarebbe stato eticamente più corretto, qualora non fosse riuscito a distribuire più equamente le calorie (ma Chi ve lo avrebbe impedito?), evidenziare i prodotti più calorici con frasi demotivanti, del tipo “Mangiare
responsabilmente” o “Nuoce gravemente al girovita”.
Vista l’evidente malafede delle vostre azioni, chiedo il rimborso di tutti i chili accumulati negli anni con l’applicazione dei relativi interessi di mora.
In attesa di un vs. sollecito riscontro, si porgono distinti saluti.

Cuore di Ciccia

E voi? Che rimostranza fareste a Dio?

Titolo: 99 rimostranze a Dio
Autore:
AA. VV., a cura di Eva Clesis
Genere: 
Narrativa
Anno di pubblicazione:
 2013
Pagine: 187
Prezzo: 5 €
Editore: Ottolibri

Giudizio personale: spienaspienaspienasmezzasvuota

Annunci

10 pensieri su ““99 rimostranze a Dio” di AA. VV.

  1. Monique ha detto:

    Mah, forse quella di aver distribuito la stupidità a secchi e l’intelligenza con il contagocce…
    A parte questo, mi piace la descrizione di questa casa editrice.
    Buon onomastico!

  2. marisamoles ha detto:

    Che bella idea! Io non so che rimostranze potrei fare, dipende dal momento, ma so per certo che mio figlio potrebbe scriverci un tomo di 1000 pagine. Oddio, scriverci è una parola grossa. Probabilmente mi preparerebbe qualche appunto e le farebbe scrivere a me. Ti piace scrivere? mi chiederebbe. Eccoti accontentata. 😦

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...