“Le perfezioni provvisorie” di Gianrico Carofiglio

Abbiamo già parlato di Gianrico Carofiglio, per quanto riguarda Il bordo vertiginoso delle cose, ma torniamo oggi a parlarne recuperando una lettura fatta un po’ di tempo fa e che è stata la mia prima esperienza con questo autore. Devo dire che ai tempi rimasta molto contenta, per questo, come ho detto più volte, preferisco i suoi libri che hanno come protagonista l’avvocato Guerrieri. Non parliamo di letture difficili, di grandi classici della letteratura mondiale, ma il libro che ho letto io è stato molto scorrevole e simpatico (un libro simpatico? beh dai, avete capito).

Carofiglio, oltre ad essere uno scrittore, è un magistrato e politico italiano, per la precisione barese. Il suo primo romanzo, Testimone inconsapevole, risale al 2002 e ha aperto la corrente del giallo giudiziario (o thriller legale) italiano.

Il libro che ho letto io s’intitola, come avete potuto capire dal titolo del post, Le perfezioni provvisorie, e il protagonista è l’avvocato penalista barese Guido Guerrieri, che viene contattato da un suo amico e collega civilista in cerca d’aiuto. Fornelli – questo è il cognome dell’amico – si presenta da Guido con i coniugi Ferraro, la cui figlia Manuela, studentessa di 22 anni, è scomparsa da più di sei mesi, e dice al nostro protagonista che, in assenza di nuove prove e nuovi sviluppi circa la sparizione della ragazza, stanno per bloccare le indagini. Gli chiede quindi di cimentarsi come detective e di ripercorrere il lavoro svolto dai carabinieri, al fine di capire se è sfuggito qualcosa e se questo qualcosa possa servire a mantenere in corso le indagini. Guerrieri all’inizio è titubante, ma poi spinto quasi dalla voglia di mettersi in gioco come investigatore, decide di accettare. Inizia quindi a contattare gli amici più stretti di Manuela e quelli che l’hanno vista l’ultima volta, quando era andata in vacanza in un villaggio turistico con degli amici, con un passaggio aveva raggiunto una stazioncina, aveva preso un treno e si erano perse le sue tracce. Guido nelle sue ricerche verrà affiancato da un’amica di Manuela, Caterina che farà di tutto per non perderlo di vista e per sedurlo. Tra una vicenda e l’altra, sarà proprio un elemento mancante a far capire a Guido come sono realmente andate le cose, perché, si sa, spesso ci si concentra sui dati in possesso ma si tralasciano quelli che dovrebbero esserci ma non ci sono.

Un libro veramente molto interessante e veloce da leggere. Mi è piaciuto tanto ma credo che in alcuni punti ci sia qualche divagazione, spesso sul passato del protagonista (compresi casi da lui seguiti in passato), che può benissimo essere omessa; magari può servire a conoscere meglio Guerrieri, ma ai fini della narrazione non è poi così utile. La cosa interessante è che le indagini di Guerrieri sembrano portare a nuove scoperte che però non sono poi così significative. Il colpo di scena, comunque, è riservato alla fine.

Titolo: Le perfezioni provvisorie
Autore:
Gianrico Carofiglio
Genere:
Romanzo, Giallo giudiziario
Anno di pubblicazione:
2010
Pagine: 352
Prezzo: 14 €
Editore: Sellerio – Collana “La memoria”

Giudizio personale: spienaspienaspienaspienasvuota

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...