Da “Ci sono bambini a zigzag”

(…) secondo me, chi dice di sé con tanta fierezza che “adora i bambini” – e sono in molti a dirlo – nel profondo del cuore li considera un’unica, generica creatura, con un’unica faccia e un unico carattere; insomma, gli “appassionati di bambini” li trattano davvero con disprezzo, perché chi ha mai sentito qualcuno proclamare “adoro gli adulti”: non è così? Mentre di “appassionati di bambini” se ne trovano ovunque, e per loro sono tutti dolci e morbidi, fanno solo giochi allegri e ballano tutto il giorno. “Oh” dicono quegli imbecilli cresciuti, “quanto è felice la stagione dell’infanzia!”, così ti viene voglia di lisciare quella loro testa tonta e dire: “Già, e quanto sono felici gli stupidi!”. Bambini: attenzione agli appassionati di bambini! 

[David Grossman, Ci sono bambini a zig-zag,
traduzione di Sarah Kaminski e Elena Loewenthal,
Mondadori, 1994, p. 81]

Immagine dal film “The zizag kid”

Annunci

4 pensieri su “Da “Ci sono bambini a zigzag”

  1. Alessandra ha detto:

    Tutti quelli che generalizzano, su qualsiasi cosa e argomento, sono degli idioti. Quindi mi trovo perfettamente d’accordo con Grossman. Pensa che a me piacciono monelli e fuori dagli schemi, vivaci e curiosi, capaci di sfidare e contestare le regole degli adulti… ti fanno sudare, ma sono da ammirare per l’intelligenza che sfoderano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...