In breve: “Perché si dice addio” di Giulia Carcasi

Ho deciso di creare una nuova categoria per le recensioni di certi libri o racconti su cui non c’è troppo da dire, ma che ho letto e magari mi sono piaciuti anche. A volte capita che la loro lunghezza sia talmente breve che più di tanto non puoi esprimerti e per parlarne basta qualche frase che serva a renderne l’idea. Ho deciso di dare queste recensioni il nome di In breve.
A tal proposito, voglio parlare di un racconto che ho letto pochi giorni fa in dieci minuti, Perché si dice addio di Giulia Carcasi. È un testo della collana Zoom di Feltrinelli (ne ho parlato tempo fa, sono estratti da libri o racconti brevi che trovate su Amazon a 0,99 €). L’ho letto perché volevo fare una piccolissima pausa tra la seconda e la terza parte de I fratelli Karamazov, e mi è piaciuto davvero molto.

Ci sono persone che hanno difficoltà a legarsi, ad instaurare rapporti sentimentali duraturi, e la protagonista di questo racconto parla di sé in prima persona riferendosi probabilmente all’unico uomo a cui abbia provato a dare una chance. Dopo diversi addii seriali a vari ragazzi, questo sembra essere l’ennesimo “usciamo per un po’, poi ti dico che non funziona e ciao”, ma lui ha resistito, quando lei provava ad allontanarsi lui, invece di andarsene, persisteva facendole capire che sarebbe rimasto e non ci avrebbe rinunciato. Così, piano piano, si è innamorata e lui le mancava anche quando era con lei. Ma qualcosa a volte va storto e la paura ha il sopravvento sull’amore, così finisce tutto in una bolla di sapone, quasi come se fosse regolato da un destino che non fa sconti a nessuno.
Un racconto brevissimo, ma intenso, sembra un po’ un incrocio tra una dichiarazione d’amore arrivata tardi e il rimpianto di aver mollato. Mi sa che cercherò qualcos’altro di questa autrice.

Ti ho amato perché certe volte non riuscivo a essere forte, volevo solo scivolarti tra le braccia e sentirti dire tutto passa, tutto passa, pure se non era vero, tutto passa, tranne noi, certo, tranne noi. Ti ho amato perché se non mangiavo avevo qualcuno che mi sgridava, perché mi mettevi a tradimento lo zucchero nel tè, perché se mi estraevano i denti del giudizio e avevo la faccia gonfia, mi volevi baciare uguale (…)

Titolo: Perché si dice addio
Autore:
 Giulia Carcasi
Genere: 
Racconto
Anno di pubblicazione:
 2012
Dimensioni: 423 kb, formato kindle
Prezzo: 0,99 €
Editore: Feltrinelli – Collana Zoom

Giudizio personale: spienaspienaspienaspienasmezza

Advertisements

10 pensieri su “In breve: “Perché si dice addio” di Giulia Carcasi

  1. elenaexlibris ha detto:

    Complimenti per essere riuscita a scrivere qualcosa che è quasi più liungo del racconto! A parte gli scherzi, è piaciuto anche a me, la Carcasi è brava, di lei ti consiglio “Io sono di legno”. Bella l’idea della rubrica “in breve”.

    • Valentina ha detto:

      Grazie, Elena, accetto il tuo consiglio 😉

      Per quanto riguarda la rubrica, non sempre c’è molto da dire su determinati libri, e a volte non siamo nemmeno troppo ben disposti noi per parlarne.

    • Valentina ha detto:

      Ehhhh, intanto vediamo se oggi lo finisco ahahahaha
      Comunque quello è molto più difficile da fare, lunghissimo e ci sarebbero tantissime cose da dire, un post solo non basta. Vediamo che mi posso inventare.

  2. marisamoles ha detto:

    Sempre nuove idee. Brava! Mi piace l’idea e ti dirò che stavo preparando la recensione di un racconto di Svevo e mi sono arenata perché è difficile parlarne senza svelare ciò che un lettore magari non vorrebbe sapere. Mi sa che ti rubo l’idea. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...