Libri letti nel 2014: i migliori dieci

Ancora auguri a tutti per questo anno che è appena cominciato! Anch’io mi accingo a ricapitolare le mie letture del 2014, non m’interessa se lo fanno tutti, fa sempre piacere tirare le somme. Ero convinta di aver letto meno libri dello scorso anno (58), invece sono piacevolmente sorpresa dal fatto che, nonostante la maggiore presenza di romanzi voluminosi, ne ho letti ben 75. Di quasi tutti quelli che scriverò qui di seguito trovate la recensione su questo blog semplicemente scrivendo il titolo nella casella di ricerca a lato, qui mi limiterò solamente a riportare la lista evidenziando in grassetto i dieci che mi hanno colpita di più, senza fare classifiche con podio.

Spero di contribuire sempre a darvi qualche consiglio, con le mie recensioni. Quando ogni tanto qualcuno mi dice che ha letto un libro prendendo spunto da La biblioteca di Babele sento sempre un po’ di orgoglio, mi fa molto piacere!
Ecco le mie letture dell’anno passato!

Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien

I lettori di libri sono sempre più falsi di Gianni Celati

La carta più alta di Marco Malvaldi

Carnevale in giallo di Giménez-Bartlett, Costa, Malvaldi, Manzini, Recami

Concerto per mio padre di Yasmine Gatha

99 rimostranze a Dio di AA. VV.

La stirpe dell’Apocalisse di Salvatore Margiotta

Le competenze trasversali dell’amore di Angelo Dolce

La concessione del telefono di Andrea Camilleri

Io non ci volevo venire qui di Angelo Orlando Meloni

La linea di fondo di Claudio Grattacaso

Lo que esconde tu nombre di Clara Sánchez

L’ultimo giorno di un condannato a morte di Victor Hugo

Il birraio di Preston di Andrea Camilleri

Le affinità alchemiche di Gaia Coltorti

L’anno della morte di Ricardo Reis di José Saramago

I sogni di Richard di Cosima Wagner

Madame Bovary di Gustave Flaubert

Io sono un gatto di Natsume Sōseki

La simmetria dei desideri di Eshkol Nevo

La scomparsa di Massimiliano Arlt di Primo Canu

Fiesta di Ernest Hemingway

Lettera al mio giudice di Georges Simenon

Stoner di John Williams

Mai stati meglio di Lia Celi e Andrea Santangelo

Ci sono bambini a zig zag di David Grossman

Quando parlavamo con i morti di Mariana Enríquez

L’ultimo ballo di Charlot di Fabio Stassi

Cuore di cane di Michail Bulgakov

I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij

La camera azzurra di Georges Simenon

Perché si dice addio di Giulia Carcasi

Kama sutra di Vatsyayana

Io e Dewey di Vicki Myron

Cimettolafaccia di Costanzo Ferraro

L’arte della guerra di Sun Tzu

L’amicizia di Cicerone

Come un respiro interrotto di Fabio Stassi

Un viaggio chiamato vita di Banana Yoshimoto

L’amante di Abraham Yehoshua

L’inconfondibile tristezza della torta al limone di Aimee Bender

L’affaire Saint-Fiacre di Georges Simenon

Un filo di fumo di Andrea Camilleri

Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald

Un divorzio tardivo di Abraham Yehoshua

Esercizi di stile di Raymond Queneau

Il profumo di Patrick Süskind

Tango a Istanbul di Esmahan Aykol

Andorra di Peter Cameron

Il Conte di Montecristo di Alexandre Dumas

Moonlight shadow di Banana Yoshimoto

Passaparola di Simon Lane

La famiglia Tortilla di Marco Malvaldi

Le ho mai raccontato del vento del nord di Daniel Glattauer

La casa degli spiriti di Isabel Allende

Serpenti di Daniel Krupa

Milioni di milioni di Marco Malvaldi

L’estate segreta di Babe Hardy di Fabio Lastrucci

Lamento di Portnoy di Philip Roth

Storia di una capinera di Giovanni Verga

L’arte di leggere (La scuola del racconto)

Amore, ecc. di Julian Barnes

Ho visto il film di Dario Pontuale

Addio alle armi di Ernest Hemingway

Scrivere e riscrivere (La scuola del racconto)

Soffocare di Chuck Palahniuk

I cento libri che rendono più ricca la nostra vita di Piero Dorfles

Dall’idea alla pagina (La scuola del racconto)

La mia musica nel silenzio di Andrea Pontiroli

Il broker di John Grisham

Le vergini suicide di Jeffrey Eugenides

La nascita del personaggio (La scuola del racconto)

Suspense e thriller (La scuola del racconto)

Il senso di una fine di Julian Barnes

Confessioni di un mangiatore d’oppio di Thomas de Quincey

Annunci

6 pensieri su “Libri letti nel 2014: i migliori dieci

  1. marisamoles ha detto:

    Ma sei un fenomeno! Complimenti, una vera divoratrice di libri … che poi, non è solo questione di tempo ma anche e soprattutto di concentrazione, se manca quella è come non leggere.
    Sono felice di annunciarti che ho letto “Il mio nome è Nessuno” 1 e 2 , nonostante abbia iniziato a leggere il primo più volte per poi abbandonarlo. Non mi andava giù. 😦 Poi, complice il riposo forzato e la poca voglia di comperare altri libri ché già quelli che ho mi hanno riempito la casa, ho rotto gli indugi e l’ho letto in due mattine, sono poi corsa (si fa per dire, ho rallentato molto il passo dopo la caduta) in libreria a comperare il seguito e l’ho divorato. Ora, per restare in tema, sto rileggendo “Nessuno” di Luciano De Crescenzo (un autore che adoro) …

    Buona Epifania, cara Valentina. A presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...