“Una questione privata” di Beppe Fenoglio

Questo libro l'ho ricevuto tramite uno scambio, credo che l'edizione non sia più in commercio (è vecchia) quindi nella scheda ne ho indicato una più recente.

Questo libro l’ho ricevuto tramite uno scambio, credo che l’edizione non sia più in commercio (è vecchia) quindi nella scheda ne ho indicato una più recente.

Particolare, questo libro di Beppe Fenoglio. Una lettura non esattamente nelle mie corde che, però, ho voluto affrontare spinta dalla curiosità e dalla voglia di scoprire un autore italiano così importante. E ho scelto proprio un’opera che è stata pubblicata due mesi dopo la sua morte, esattamente nell’aprile del ’63. Non è una delle mie tipiche letture per il semplice motivo che parla di storia (anche se ultimamente mi sto appassionando a molti temi), e per di più parla di storia contemporanea, quando chi mi legge e mi conosce sa che i periodi che amo di più sono l’antica Roma e la Grecia classica.

Stavolta siamo tra il 1942 e il 1943, durante la guerra di resistenza partigiana nelle Langhe (in Piemonte, quindi). Milton, il nostro protagonista, è un giovane partigiano delle forze badogliane, innamorato di Fulvia, una ragazza torinese di buona famiglia sfollata per un periodo ad Alba. Un giorno, per nostalgia, si reca in visita alla villa in cui era solito passare dolci momenti con lei (che è a Torino a trovare la famiglia), ma la custode gli rivela che Fulvia ha una relazione con un suo compagno partigiano, Giorgio Clerici. Incredulo, Milton va a cercare il ragazzo per un chiarimento, ma scopre che dopo essersi allontanato dal suo gruppo è stato catturato dai fascisti, e decide di liberarlo cercando un prigioniero da scambiare coi nemici. E in effetti lo trova: una vecchia gli rivela che a Canelli un sergente fascista s’incontra segretamente con una sarta del paese. Lui organizza un agguato, lo cattura ma quello tenta di scappare e lui lo uccide. Era l’ultima speranza di salvare Giorgio. Milton ormai sembra inseguito dai nemici, scappa e…

Giuseppe Fenoglio detto Beppe (Alba, 1º marzo 1922 – Torino, 18 febbraio 1963)

Che cosa succede? Non si capisce bene. Né si sa se la reale conclusione del libro sia questa, perché Una questione privata è stato ritrovato tra le cose dell’autore quando è morto. Milton è per terra, ma Fenoglio non parla di ferite né di sangue, solo di cadute e di spari, che potrebbero benissimo essere andati a vuoto.
Secondo qualcuno il romanzo è incompiuto e io propendo per questa ipotesi. Anzi, mi chiedo come si sarebbe conclusa la vicenda se il libro fosse stato portato a termine. Magari Milton sarebbe stato effettivamente colpito e ucciso, oppure sarebbe riuscito a salvare se stesso e Giorgio e ad arrivare ad un chiarimento con Fulvia e l’amico/rivale in amore.
Ma se invece Fenoglio avesse voluto concludere così la sua storia? Magari il significato di tutto ciò è che nella guerra niente è sicuro e che spesso delle vite finiscono così, all’improvviso, nel nulla e nessuno viene a saperlo.

Lo stile di Beppe Fenoglio ad un lettore di oggi può sembrare un po’ datato, ci sono modi dire e termini usati che ormai risultano desueti. Confrontandomi con altri lettori, infatti, qualcuno mi ha confessato di aver avuto qualche difficoltà nella lettura di questo romanzo che a me è sembrato bellissimo. Mi sono dovuta fermare più volte a cercare sul vocabolario parole che non conoscevo, ma si trattava di parole appartenenti ai campi semantici della guerra (quindi particolari tipi di armi) o della descrizione del territorio in generale (avvallamenti del terreno, collinette…).

Ovviamente lascio fuori ogni questione politica, prendo questo libro come testimonianza storica di eventi che ci hanno toccato da vicino. Fa un certo effetto ritrovarsi nelle campagne piemontesi tra ragazzi – alcuni anche molto giovani – che usano nomi in codice, tra paesani e vecchietti eroici che aiutano questi giovanotti e si comportano quasi come spie o offrono loro un pasto e un nascondiglio sicuro.
Per me, ripeto, è stata una lettura molto piacevole e interessante.

Voi lo avete letto?

Titolo: Una questione privata
Autore: Beppe Fenoglio
Genere: Romanzo
Anno di pubblicazione:
 1963 (2006 questa edizione)
Pagine: 192
Prezzo: 10,20 €
Editore: Einaudi

Giudizio personale: spienaspienaspienaspienaspiena

Annunci

8 pensieri su ““Una questione privata” di Beppe Fenoglio

  1. Aldievel ha detto:

    L’ho letto qualche anno fa.
    È un bellissimo libro ma di Fenoglio considero imprescindibili, tra gli altri, due volumi in particolare: La malora e Un giorno di fuoco.
    Buona lettura!

    PS
    piccola precisazione: quella di cui parli è storia contemporanea. La storia moderna inizia con la scoperta dell’America e finisce con la Rivoluzione francese…

    • Valentina ha detto:

      Hai ragione, infatti per quello ho detto che la storia non è mai stata il mio forte! Spesso divido grossolanamente la storia in antica e moderna, e considero contemporanea quella “strettamente contemporanea”. Ma so che non è così. Anche se ci casco sempre!
      Ti ringrazio e correggo 😉

      • Aldievel ha detto:

        Non volevo in alcun modo correggerti, tra l’altro le periodizzazioni cambiano abbastanza da paese a paese…
        Grazie a te e scusami per l’intrusione. 🙂

        • Valentina ha detto:

          No, no, invece hai fatto benissimo. Riconosco i miei limiti e, in questo caso, la mia manifesta ignoranza in storia!
          Magari se mi dovesse ricapitare potrei rigirare la frittata citandoti, “le periodizzazioni cambiano da paese a paese” ahahahah
          😉

      • Antonio ha detto:

        Questo non lo posso sapere. So, però, che si tratta di un libro che ho letto più volte, apprezzandone ogni volta sfumature diverse. In particolare, ripeto, mi ha colpito la capacità di sottolineare come le “questioni private” mantengano la loro irrimediabile potenza anche quando sono sopraffatte da eventi più grandi, come una guerra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...