#librainstand al SalTo 2016 | Librai di tutta Italia allo stand di Exòrma per adottare un titolo

Anche quest’anno sicuramente molti di voi si recheranno a Salone del libro di Torino, che avrà luogo dal 12 al 16 maggio. Anche a me piacerebbe molto partecipare, ma dalla Sicilia ogni volta è un problema andare ovunque, quindi sono costretta a passare e ad aspettare qualcosa di più vicino. Comunque, oggi non voglio parlarvi delle mie avventure di viaggio, bensì di una bella iniziativa a cui potrete partecipare durante questo grande festival dell’editoria.

13055502_472209349651953_4151688113038848195_n

In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino 2016 Exòrma edizioni ospiterà al suo stand (E63, padiglione 1) librai da tutta Italia. Ogni libraio che aderirà all’iniziativa Librai in stand “adotterà” un titolo del catalogo Exòrma da promuovere ai visitatori durante la mezz’ora che passeranno nel nostro stand.

L’iniziativa Librai in stand nasce con l’intento di coinvolgere e dare spazio a tutti coloro che nel proprio lavoro mettono quotidiana passione e professionalità; a tutti i librai che si impegnano nel seguire i lettori non solo negli acquisti di nuovi libri ma soprattutto nella ricerca e nella scoperta. L’iniziativa verrà sostenuta da una campagna social con fotografie e video relative all’iniziativa. A questo proposito verrà utilizzato l’hashtag (#) #Librainstand.

Cliccate qui per visualizzare l’evento Facebook

Qui di seguito alcune delle librerie che aderiscono all’iniziativa: Libreria Pantaleon (Torino), Libreria Modusvivendi (Palermo), Libreria Vicolo Stretto (Catania), Roma Secret Store (Roma), Le notti Bianche (Vigevano), Libreria Roma (Pontedera), Libreria Ubik (Monterotondo), Libreria Ubik (Foggia), Libri e Letture (libreria online). Ma nel frattempo se ne aggiungono di nuove.

A questo proposito ho chiesto a Fabrizio Piazza della libreria Modusvivendi di Palermo quale libro ha deciso di adottare per #librainstand e perché.
Quale?

Né in cielo né in terra – Paolo Morelli (Exòrma, marzo 2016, 240 pp., 14,50 €)

Questo libro, quello che hanno scritto i protagonisti di Né in cielo né in terra, si spaccia per un remake di Fantasmi a Roma, il film del 1961 di Antonio Pietrangeli con Gassman, Mastroianni e De Filippo.
Un ghostwriter sogna di incontrare i suoi amici di gioventù passati a miglior vita i quali, come nel film, cercano di resistere alla speculazione edilizia che vuole cacciarli dal palazzo diroccato di Trastevere dove si sono rifugiati. Per resistere decidono di scrivere un libro con le loro storie, destinato ad avere grande successo secondo loro, e lui nel sogno si ritrova a dare una mano nella stesura. I loro racconti, le loro avventure comiche sono tutti centrati sul fatto che da vivi erano stati cacciati dalle case del rione nelle quali le loro famiglie abitavano da generazioni e sulle conseguenze di quello sradicamento, di quella diaspora. Le loro vicende esilaranti sono un viaggio nell’anima della città, in ciò che la fa sembrare immobile, indistruttibile e la definisce come eterna.

Perché lo hai scelto e perché dovremmo sceglierlo? Un minicommento che non sveli troppo.

Conoscevo Morelli e già mi piaceva il suo modo svagato di raccontare. Con questo ha superato se stesso. Con un finto remake del film Fantasmi a Roma ha messo in scena una commedia che è anche una metafora della scrittura, per definizione divagante e filosofica. Ci si diverte parecchio. Il colpo di fulmine? “C’è una zona qui nella testa che non è né mia né di nessuno, sono sicuro, una specie di steppa a perdita d’occhio”.

Ringrazio Fabrizio e per concludere: buon SalTo 2016 a tutti e in bocca al lupo ad Exòrma per questa iniziativa!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...