Liebster Award 2016

LiebsterAwardCari lettori, oggi non parliamo di alcun libro in particolare ma di un po’ di frivolezze, che in estate non guastano mai. Pochi giorni fa sono stata nominata per il Liebster Blog Award, una sorta di piccolo riconoscimento da parte di amici blogger che mi seguono e che hanno trovato interessante questo mio piccolo spazio libresco. Ringrazio nell’ordine in cui mi hanno nominata Elena di Io e Pepe (e libri e altro), Simona di Letture sconclusionate ed Elisa di Odor di gelsomino e vi spiego un po’ in cosa consiste questo Liebster che permette di far conoscere altri siti belli e stimolanti ad utenti che potrebbero trovarli interessanti. Facciamo circolare idee e soprattutto libri!
Le regole sono queste:
– ringraziare il blog che ti ha nominato ed assegnato il premio, linkando il suo blog nel post;
– inserire il “widget” o “gadget” del premio nel post;
– rispondere alle domande che il blogger ti ha posto;
– formulare 11 domande per gli 11 candidati che hai menzionato;
– informare i blogger del premio assegnato;
– indicare le regole.

Posto che tre di queste cose già le abbiamo fatte, adesso passo a rispondere a tutte (ma proprio tutte) le domande che queste amiche mi hanno fatto.

Le domande di Elena
1 Qual è il libro che stai leggendo? Sto leggendo quattro libri in realtà, tre un pezzetto alla volta (L’Inferno di Dante, La provincia dell’uomo di Elias Canetti e I quarantanove racconti di Hemingway) e uno in maniera continuativa (Gli anni della leggerezza, il primo capitolo della saga dei Cazalet di Elizabeth Jane Howard).
2 Quando hai pensato di aprire un blog e perché? Scrivevo brevissime recensioni su un altro blog tempo fa, quando poi sono entrata nel team di Leggeremania.it con cui ho collaborato per un po’. Poi ho deciso di aprirne uno tutto mio perché ho capito che mi piaceva di più fare le cose da sola, è stato circa tre anni fa che è nata La Biblioteca di Babele.
3 Qual è il primo libro che ricordi di aver letto? Favole al telefono di Gianni Rodari, alla scuola elementare. Alice Cascherina rimarrà per sempre un grande personaggio della mia infanzia.
4 C’è un libro in particolare a cui leghi dei ricordi speciali? Sì, Fiesta di Hemingway, per la persona che me lo ha regalato e la dedica che c’è dentro.
5 La tua citazione preferita? “Non voglio che la gente sia troppo simpatica: questo mi risparmia il disturbo di volerle molto bene.” (Jane Austen, Lettere)
6 Qual è il criterio con cui ordini la libreria di casa? Nessuno in particolare, dove c’è spazio infilo un libro, anche se ho iniziato a sistemare alcune parti per editore.
7 Come consideri l’esperienza del tuo blog? Molto stimolante, almeno per me, non so se è lo stesso per chi mi legge. Mi ha permesso e mi permette continuamente di conoscere un sacco di bella gente e di scoprire tanta bella letteratura.
8 Cosa ti piace fare, oltre a curare il tuo blog? Amo moltissimo fare sport, passare il tempo coi miei gatti e cucinare. Sono cose che mi fanno davvero stare bene.
9 Qual è il tuo “luogo dell’anima”, se ne hai uno? È un luogo fisico, si trova nella provincia di Siena.
10 Hai esperienze di social reading? Se sì, quali? Sì, ho partecipato qualche volta a TwLetteratura, al gruppo di lettura Scratch Readers, ho fatto qualche lettura condivisa e ho creato insieme ad Elena il gruppo di lettura su Facebook LeggoNobel per la lettura dei premi Nobel.
11 Che tipo di musica ascolti? Metti il link a un brano musicale che ti piace in modo particolare. Queen – Bohemian Rhapsody (Live At Wembley Stadium, Saturday 12 July 1986)

Le domande di Simona
1) Cosa stai leggendo? Come sopra!
2) Per te qual è la storia d’amore più bella di tutti i tempi e perché? (Puoi citare libri, film ma anche raccontarmi come si sono conosciuti i tuoi nonni…vale tutto :)) Non saprei davvero, forse Anne e Wentworth in Persuasione.
3) Passatempo preferito? Lo sport!
4) Consiglia due libri imperdibili, due libri che secondo te tutti dovrebbero leggere. Stoner di Williams e Il conte di Montecristo di Dumas.
5) A cosa pensi prima di addormentarti? A quello che devo fare l’indomani.
6) Qual è un sogno che vorresti realizzare? Vorrei diventare una traduttrice.
7) Mini-vacanza. qual è un posto in Italia che consiglieresti per trascorrere un bel weekend? La Sicilia, ma è troppo ovvio. La Toscana, dai.
8) Qual è un post del tuo blog che ti piace particolarmente? Linkalo. Uno su David Grossman: https://labibliotecadibabele.wordpress.com/2015/07/23/a-un-cerbiatto-somiglia-il-mio-amore-di-david-grossman/
9) Perché alle persone piace il tuo blog? Ah non saprei proprio, questo dovreste chiederlo a chi mi segue.
10) Hai comprato qualcosa con i saldi? Nulla, sono troppo pigra per andare per negozi.
11) Se potessi migliorare la tua vita cosa sarebbe la prima cosa che cambieresti? Nulla, credo.

Le domande di Elisa
1 Da dove nasce il nome del tuo blog? Da un racconto (che dà il nome alla raccolta) di Borges. Ci ho messo un sacco di tempo a trovarlo.
2 Quale libro avresti voluto scrivere? Il conte di Montecristo, lo trovo magnifico e geniale.
3 Definisciti in un aggettivo. Perfezionista.
4 Linka un post del tuo blog che ti piace particolarmente. Fiesta
5 Qual è il momento della giornata che preferisci per dedicarti alla lettura? Il pomeriggio, dopo pranzo, perché mi piace sfruttare la luce del sole. Detesto accendere la lampada.
6 Un punto di forza ed uno di debolezza del tuo blog. Un punto di forza credo sia che non amo parlare in maniera troppo complicata o atteggiarmi a critico letterario, di non risultare pesante, insomma. Una debolezza è che non seguo sempre tutte le ultime uscite e quindi a volte sono indietro, ma non c’è una tabella di marcia, quindi vado tranquilla.
7 Che cos’è per te la felicità? Poter mangiare migliaia di ciambelle fritte e non ingrassare mai. No, scherzo, per me la felicità è stare serena senza che succeda nulla di brutto.
8 Qual è il libro più bello che hai letto quest’anno? Non lo so, uno tra Benedizione di Haruf e Ruggine della Pignatelli.
9 Quale talento ti piacerebbe possedere? Mi piacerebbe molto saper disegnare.
10 Recensisci “a caldo” o “a freddo”? Quando ho cominciato recensivo a caldo, ora preferisco lasciar decantare le mie impressioni fino a quando non si stabilizzano e posso metterle nero su bianco con più sicurezza.
11 Scrivi ancora a mano? Sì, parecchio.

Adesso mi tocca nominare 11 blog interessanti a cui passare la parola e porre loro le mie 11 domande.

I nominati sono (qualcuno è già stato nominato, ma io voglio comunque farli conoscere ai navigant):

  1. Il giro del mondo attraverso i libri
  2. Impressions chosen from another time
  3. La lettrice rampante
  4. Scratchbook
  5. Recensire il mondo
  6. Librangolo Acuto
  7. Libri in valigia
  8. Non riesco a saziarmi di libri
  9. Interno storie
  10. Nuvole d’inchiostro
  11. La leggivendola

Le mie domande sono queste:

  1. Che libro regaleresti ad una persona per te molto importante?
  2. Qual è l’autore che ti ha emozionato di più incontrare?
  3. Qual è il prossimo autore che vorresti venisse nella tua città?
  4. E quello che avresti voluto come amico?
  5. Perché leggi?
  6. Quali sono per te il libro più sopravvalutato e il più sottovalutato della storia?
  7. Che ne pensi in poche parole della diatriba cartaceo vs. digitale?
  8. I libri che leggi li compri tutti o usufruisci di qualche biblioteca?
  9. Dimmi una storia di cui ti sono piaciuti sia il libro che la trasposizione cinematografica.
  10. Qual è il libro che desideri avere e aspetti che qualcuno ti regali?
  11. Il prossimo libro che leggerai è… ?

Ho fatto il mio dovere. Alla prossima!

Annunci

9 pensieri su “Liebster Award 2016

  1. marisamoles ha detto:

    Complimenti per il premio, meritatissimo! 🙂

    Se posso permettermi, alla domanda 9 formulata da Simona (Perché alle persone piace il tuo blog?) hai riposto tu stessa alla numero 6 (punto di forza) formulata da Elisa. E’ quello che almeno io apprezzo del tuo modo di recensire i libri letti. Poi sai che io ho un’ammirazione sconfinata nei tuoi confronti perché leggi di tutto, qualsiasi genere, mentre io sono molto, forse troppo, selettiva. E non dimentichiamo che molte volte ho seguito i tuoi consigli, anche se non sempre ho recensito i libri letti.
    Infine, non so come tu faccia a leggere più libri contemporaneamente, io non ne sono capace. Addirittura, finito un libro, non ne inizio un altro se prima non scrivo la recensione. Questo è il motivo per cui non recensisco sempre i libri letti… non avendo tempo per scrivere, non voglio perdere quello prezioso dedicato alla scrittura.

    P.S. Grande Austin! (domanda 5 di Elena) 🙂

    • Valentina ha detto:

      Marisa, sei troppo buona!
      In effetti il mio scopo è proprio quello di non essere pesante, perché già è pesante la vita di tutti i giorni, se poi ti colleghi a internet e leggi cose ancora più pesanti ti passa la voglia di qualsiasi altra cosa.
      Io quando leggo i libri prendo appunti, metto post-it ovunque, sottolineo, però comunque mi ricordo quasi tutto. Molte volte tante cose non le scrivo perché i dettagli più piccoli magari li dimentico, ma è giusto non dire troppo.
      Ultimamente anch’io sto diventando un po’ più selettiva, ma non nei generi quanto nel tentativo di non prendere granchi. Prima facevo molti più errori, adesso ho così tanta roba da leggere che non mi va di sprecare tempo in cose inutili.

      La Austen è il mio mito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...