Aria di novità (Figlie di una nuova era vol. 3) | Carmen Korn

La vita procede per vie contorte e vicoli ciechi,
e spesso i tesori più preziosi
li troviamo lungo una strada diversa
da quella che avevamo deciso di imboccare.

 

Esce ufficialmente oggi Aria di novità, il terzo e ultimo volume della saga di Carmen Korn iniziata con Figlie di una nuova era (il secondo volume è stato È tempo di ricominciare). Ho amato moltissimo la trilogia tedesca pubblicata da Fazi nella traduzione di Manuela Francescon, l’ho trovata davvero appassionante e sono sicura che i suoi personaggi mi mancheranno. Avevamo conosciuto le quattro protagoniste, Henny, Käthe, Ida e Lina, alla fine della Prima Guerra mondiale, quando erano impegnate a ricostruire la loro Amburgo cercando di tornare alla normalità; le abbiamo viste affrontare anche il secondo grande conflitto, i campi di concentramento, la perdita dei propri cari, i bombardamenti; le abbiamo seguite nel tempo delle innovazioni, quando è arrivata la TV, quando l’uomo è sbarcato sulla Luna o è stata inventata la pillola anticoncezionale. Abbiamo visto queste quattro ragazze nate intorno al 1900 (anno più, anno meno) perdersi, ritrovarsi, ricostruire la vita dalle macerie, ma quello che è rimasto sempre saldo è stato il forte legame che c’era fra loro.

La famiglia è la cosa migliore che possa capitarti nella vita.

Non solo loro, però, ma anche tra le loro famiglie. Perché in Aria di novità la storia inizia nel 1970 per concludersi nella notte di Capodanno che porta tutti nel 2000. Hanno ormai una settantina d’anni, si apprestano a invecchiare immerse nel calore che danno loro i propri cari. C’è chi ha figli e nipoti o addirittura bisnipoti, chi è sempre in viaggio per lavoro e s’innamora di un attore “bloccato” in una Berlino ancora divisa che vedrà la libertà solo nell’89, chi non si arrende al tempo che passa e purtroppo soccombe, e chi addirittura si fa arrestare per aver creduto nei propri ideali. Se Henny, Käthe, Ida e Lina sono ormai anziane, il loro vecchio legame sembra ricrearsi tra Florentine (la figlia di Ida), Katja (figlia di Marike e nipote di Henny) e Ruth (la figlia adottiva di Käthe). Sono le ragazze delle nuove generazioni, ma c’è qualcosa di invisibile e impalpabile che le avvolge, il legame delle loro nonne e madri che dura nel tempo.

«Restiamo sempre unite, qualunque cosa succeda», dissero in coro Florentine e Katja. La loro amicizia viveva.

Da sfondo alle loro vicende fanno i grandi eventi degli ultimi trent’anni del Novecento: la Guerra del Vietnam, la Germania divisa, il terrorismo di estrema sinistra, la scoperta dell’Aids, il crollo del muro di Berlino e tanto altro. Arriva il telefono senza fili, diventa possibile analizzare il DNA (Florentine non sapeva se il figlio fosse di Alex o Robert), ci sono sviluppi in campo tecnologico anche nella medicina e nelle radio, e nuovi generi musicali sostituiscono i vecchi: se Else, la madre di Henny, ascoltava le vecchie canzoncine tedesche, adesso le ragazzine si chiudono in cameretta con i Backstreet Boys ad alto volume.
Moltissime cose cambieranno e molte saranno le perdite per i nostri personaggi. Sono quasi tutti ormai anziani e il tempo non è mai clemente. Viene da pensare, però, che tutti loro lasceranno qualcosa nelle generazioni successive, un sentimento che non andrà perso mai, ognuno di loro rivive in diversi modi in chi verrà dopo: Konstantin che decide di diventare medico come sua madre Marike e come il nonno Theo, Florentine che, chiusa la carriera di modella, apre una pensioncina per artisti come tantissimi anni prima aveva fatto la vecchia Guste.

Amburgo

Anche in questo ultimo volume della saga della Korn assistiamo alle vicende dei personaggi di volta in volta da un punto di vista diverso, e questo ci dà l’idea di seguirli tutti contemporaneamente. Adesso, di certo, mancheranno molto a tutti i lettori. Questa saga, che ci ha raccontato non solo la storia di quattro famiglie ma anche quella della Germania lungo tutto il Novecento, è stata davvero coinvolgente e ve la consiglio molto se cercate qualcosa che vi tenga incollati alle pagine e vi faccia dimenticare del tempo che passa.

Buona lettura!

Titolo: Aria di novità
Autore: Carmen Korn
Traduttore: Manuela Francescon
Genere: Romanzo
Data di pubblicazione: 2 marzo 2020
Pagine: 528
Prezzo: 20 €
Editore: Fazi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...