Quando il mondo era giovane | Carmen Korn

Cosa ci porteranno gli anni Cinquanta?
Heinrich era in preda a sentimenti contrastanti:
da una parte la speranza,
dall’altra la paura delle novità che il primo decennio di pace avrebbe portato.

~

I primi di giugno è tornata in libreria Carmen Korn, autrice tedesca che avevamo amato moltissimo con la sua Trilogia del Secolo, che raccontava le vicende di quattro ragazze molto diverse alle prese con la ricostruzione dopo la prima guerra mondiale che poi seguiamo fino al capodanno del 2000. E vi farà piacere sapere che in Quando il mondo era giovane, primo capitolo di una saga in due volumi pubblicata da Fazi, incontriamo, anche se alla lontana, alcuni personaggi della trilogia. Sì, perché questo romanzo è ambientato contemporaneamente a Colonia, Sanremo e Amburgo, quindi capita che alla stazione si incroci un Alessandro Garuti che sta andando a trovare i suoi familiari tedeschi, o che ci sia qualcuna che debba partorire e decida di affidarsi a Theo Unger e a Henny.
Qui la storia comincia nel 1950, si festeggia l’arrivo del nuovo decennio dopo la conclusione della seconda guerra mondiale che ha lasciato la Germania – e il mondo – in uno stato di prostrazione. Heinrich Aldenhoven vive a Colonia con la moglie Gerda e i figli Ulrich e Ursula, gestisce una galleria d’arte che però non va molto bene perché nessuno ha abbastanza soldi per acquistare quadri o addirittura non ha più una casa in cui appenderli, come le cugine Billa e Lucy. La sorella di Heinrich, Margarethe, invece, si è trasferita a Sanremo e si è sposata con un italiano, Bruno Canna, da cui ha avuto Gianni; loro hanno un’azienda che produce fiori e si godono la bellezza della riviera ligure, anche se devono fare i conti con Agnese, la madre di Bruno (e di Bixio), che tiranneggia su tutta la famiglia. La migliore amica di Gerda, Elisabeth, invece vive col marito Kurt Borgfeldt e la figlia Nina ad Amburgo; Nina ha un bambino di cinque anni, Jan, avuto da Joachim, che non ha mai conosciuto il padre, che è stato fatto prigioniero in guerra ed è disperso da molto tempo in Russia, tanto che quasi tutti in famiglia lo credono ormai morto.

Carmen Korn sposta continuamente il punto di vista da un personaggio all’altro, da una citta all’altra, per permetterci di conoscere a fondo tutti coloro che si muovono all’interno della sua storia. Raccontando tutti gli aspetti delle loro giornate, i loro pensieri, le loro consuetudini, il romanzo rischia a volte di essere un po’ lento, ma la vicenda scorre in modo parecchio fluido e conferma l’abilità di quest’autrice nel creare saghe familiari e fare appassionare i lettori. E non mancheranno i colpi di scena.
Ovviamente, le parentele e le amicizie fra molti di questi personaggi, faranno sì che le loro vite s’intreccino e addirittura si influenzino fra loro. Per tenere traccia di questi legami, all’inizio del libro, infatti, troviamo un albero genealogico che ci può aiutare a non perdere il filo della storia, soprattutto nelle prime pagine.

Quando il mondo era giovane è una storia sulla speranza. Si apre in un momento di grande fragilità per tutti, un momento in cui qualcuno può andare avanti, qualcun altro no, e bisogna ricostruire la propria vita. L’autrice non perde tempo a raccontare ciò che è successo prima del 1950, sono eventi che in fondo conosciamo tutti e di cui ha già parlato ampiamente negli altri suoi romanzi della trilogia; decide anzi di concentrarsi sulla rinascita (arrivando, qui, al ’60) senza lasciare che qualcuno si pianga addosso.
L’interrogativo non è semplicemente se continuare a vivere come si viveva prima, molti si chiedono addirittura se potranno finalmente chiudere col passato e prendere altre strade: Joachim è morto e Nina può rifarsi una vita? Heinrich riuscirà a risolvere il mistero del quadro? Margarethe riuscirà a gestire il rapporto travagliato con Agnese? Elisabeth fa bene a mettere di continuo un freno alla voglia di tutti gli altri di riprendere a vivere? Ma soprattutto: ognuno di loro riuscirà a far rimarginare le proprie ferite e trovare la serenità?
Questo è tutto ciò che troviamo nel nuovo romanzo di Carmen Korn. Non vedo l’ora di leggere il prossimo volume!

Buona lettura!

Titolo: Quando il mondo era giovane
Autore: Carmen Korn
Traduttore: Manuela Francescon
Genere: Romanzo
Data di pubblicazione: 3 giugno 2021
Pagine: 590
Prezzo: 20 €
Editore: Fazi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...