La nuova sfida di Modus Legendi: mandare in classifica “Neve, cane, piede” di Claudio Morandini

16174596_727370824135803_3981004145802894197_n

Conoscete Modus Legendi? È una bella iniziativa volta a diffondere la buona letteratura, che nasce dalla comunità Billy, il vizio di leggere e dall’iniziativa di Angelo Di Liberto e Carlo Cacciatore. Spesso vediamo in cima alle classifiche di vendita libri che sono un insulto alla cultura e per i quali (citando Michela Murgia) “gli alberi si vendicheranno”. Per questo motivo, Modus Legendi si propone di mandare in classifica libri belli, che abbiano un certo valore, così nella prima e nella seconda edizione ha proposto ai lettori della comunità una cinquina di titoli tra cui scegliere quale supportare: nella prima, lo scorso aprile, ha vinto Il posto di Annie Ernaux, nella seconda (la cui votazione si è conclusa pochi giorni fa) il popolo ha scelto Neve, cane, piede di Claudio Morandini, che io ho letto un po’ di tempo fa (QUI la mia recensione). Per farlo andare in classifica non dobbiamo fare altro che acquistarlo in libreria dal 12 al 18 febbraio, ma attenzione: l’acquisto viene registrato solo se fatto in una delle librerie che fanno parte del circuito nazionale (cercate qui quella più vicina a voi).

Durante questa settimana ci saranno diverse iniziative in molte librerie. Il 15 febbraio si terrà la Maratona Modus Legendi gestita da Chiara Beretta Mazzotta (#MaratonaML): in questa giornata i librai aderenti faranno una staffetta passandosi la voce, raccontando chi sono, la propria esperienza con Modus Legendi e parlando di Neve, cane, piede di Claudio Morandini (Exòrma Edizioni). A Palermo saremo particolarmente fortunati perché proprio il 15 l’autore sarà qui, alla libreria Feltrinelli, a parlare del libro insieme ai Billyni e poi parteciperà a una cena coi lettori organizzata dalla Modusvivendi (per tutte le info ecco qui l’evento).

Allora, supporterete anche voi questo bel libro? Mandiamolo in classifica, perché se lo merita davvero!

Annunci

Appuntamento (al buio) con un libro – Un Natale a sorpresa

Oggi non vi parlo di un libro in particolare, ma di un gioco molto carino che organizza la libreria che frequento io, ovvero la Modusvivendi di Palermo. Quanti di voi per Natale regalano libri? Ecco, io no, perché i destinatari dei miei regali normalmente non sono grandi lettori, ma perché non condividere della buona letteratura con uno sconosciuto? È quello che faremo qui a Palermo il 28 dicembre e che potrete fare anche voi, da lontano, insieme a noi.
Le regole del gioco sono queste (QUI l’evento su Facebook):

  • Scegliere il libro più bello letto quest’anno o un libro che comunque sia entrato nel vostro cuore per un motivo particolare;
  • Acquistarlo alla libreria Modusvivendi;
  • Chiedere al libraio di incartarlo in modo tale che non si veda nulla e scriverci sopra una dedica per lo sconosciuto che lo riceverà;
  • Portarlo il 28 dicembre alla serata che si terrà al Graal Wine Bar (di via S. Oliva, 10 a Palermo, dove con 7 € avrete un bicchiere di vino e un aperitivo);
  • Alla fine lasceremo fare al caso, voi riceverete un libro da una persona e un’altra persona lo riceverà da parte vostra.

C’è anche una sorpresa: la Vivi Valenti Luxury Travel srls unipersonale (Via Don orione 57 / 59 – Palermo) offre 8 buoni da 2 persone per partecipare alla passeggiata guidata che organizzerà giorno 8 Gennaio 2017, a Palermo, dalle ore 10.00. Luogo di incontro e itinerario saranno comunicati successivamente ai vincitori.

15380459_1318128064876121_3321369091700679029_n

Foto di Modusvivendi libreria. Questi sono alcuni dei libri già presi dai lettori che s’incontreranno al buio. (C’è anche il mio, ma non vi dico qual è)

Se siete palermitani dovete semplicemente seguire le istruzioni che vi ho dato sopra.
Se abitate fuori Palermo, non temete, potete partecipare anche voi: basta inviare un’email a info@modusvivendi.pa.it per chiedere informazioni e ordinare il libro per l’appuntamento al buio. Potete stare tranquillissimi per la serietà dei librai e per come si svolgerà il gioco, dato che essendo lontani parteciperete solo allo scambio e non alla serata; via mail vi verrà spiegato come pagare il libro e l’eventuale consegna.

Io, personalmente, ho scelto un libro che mi sta parecchio a cuore (chiaramente l’ho già letto) anche se so che può essere un po’ difficile per molti lettori. Ma spero che la persona che lo riceverà saprà apprezzarlo come ho fatto io, che non riesco a dimenticare molte delle frasi che non ho potuto fare a meno di sottolineare. Anzi, mi sa che prima o poi lo rileggerò.
Vi piace questo gioco? Partecipate, su, più siamo e meglio è!

#neilibrilamiastoria – La campagna di settembre di GoodBook.it

Amici lettori, ultimamente vado proprio a rilento, ma ho letto un romanzo lungo e davvero bello di cui vi racconterò tra un po’ di tempo. Oggi, invece, vi voglio parlare di una bella campagna di GoodBook.it (con cui ho iniziato recentemente una piccola collaborazione per quanto riguarda I consigli del blogger), #neilibrilamiastoria. Sul relativo blog, La scimmia dell’inchiostro, per tutto il mese di settembre avremo l’opportunità di conoscere meglio il mondo editoriale grazie alle parole di alcuni addetti ai lavori.

Come occupa la sua giornata uno scrittore? Come si diventa librai? Quanto lavoro si nasconde dietro la copertina di un libro?

Durante il mese di settembre GoodBook.it vi svelerà il dietro le quinte del mondo editoriale. Ogni due giorni, un’intervista a uno scrittore, un libraio o un editore diverso a partire sempre dalla stessa richiesta: raccontaci il tuo libro del cuore in sole tre parole. E poi, parlaci della tua vita attraverso i libri.

Il mondo del libro si racconta con aneddoti, consigli di lettura e trucchi del mestiere. Ospiteremo, fra gli altri, interviste ai più importanti editori indipendenti come Marcos y Marcos, L’Orma, NN Editore e ad alcune delle librerie più attive d’Italia come La libreria volante di Lecco e Diari di bordo di Parma. E soprattutto non mancheranno gli interventi di scrittori come Claudio Morandini (Neve, cane, piede, Exòrma 2015) e Annarita Briganti (L’amore è una favola, Cairo 2015).

Infine, non perderti #ungiornocon, il videoracconto di una giornata di librai, editori e scrittori in diretta dal proprio posto di lavoro e dai più importanti festival letterari di questo settembre!

Seguici qui sul nostro blog, oppure sui nostri social (Facebook, Twitter e Instagram) usando l’hashtag #neilibrilamiastoria. Ti aspettano tante sorprese e contenuti speciali!

Allora, siete pronti?
Stay tuned!

La famosa invasione degli scrittori a Palermo

Anche quest’anno, per la sua quarta edizione, si terrà ad Ivrea il festival letterario “La grande invasione”, che vede protagonisti moltissimi autori famosi a livello internazionale. La novità, però, è che approfittando della loro presenza in Italia si è pensato di dar vita ad una sorta di succursale o spin-off di questo festival a Palermo: è nata così La famosa invasione degli scrittori a Palermo.

Dal 4 all’8 giugno Palermo, grazie alla libreria Modusvivendi, sarà orgogliosa di ospitare Jenny Offill, Catherine Lacey e Jón Kalman Stefánsson. Ecco il minicalendario:

  • Sabato 4 giugno alle ore 18 firmacopie di Jenny Offill col suo nuovo romanzo Le cose che restano (NN editore, trad. Gioia Guerzoni) alla libreria Modusvivendi. Alle 19 presentazione del romanzo con la traduttrice e la giornalista Sara Scarafia all’Hotel Plaza Opéra.
  • Martedì 7 giugno alle ore 18,30 alla Modusvivendi presentazione di Grande come l’universo (Iperborea, trad. Silvia Cosimini) di Jón Kalman Stefánsson. Con l’autore dialoga Concetta Giliberto, docente di Filologia germanica all’Università di Palermo. Interverranno Angelo Agnello e Federico Ferina.
  • Mercoledì 8 giugno alle ore 18,30 alla Modusvivendi Catherine Lacey presenterà Nessuno scompare davvero (BigSur, trad. Teresa Ciuffoletti).

Insomma, direi che vale proprio la pena partecipare!

Foto di Modusvivendi Libreria

#librainstand al SalTo 2016 | Librai di tutta Italia allo stand di Exòrma per adottare un titolo

Anche quest’anno sicuramente molti di voi si recheranno a Salone del libro di Torino, che avrà luogo dal 12 al 16 maggio. Anche a me piacerebbe molto partecipare, ma dalla Sicilia ogni volta è un problema andare ovunque, quindi sono costretta a passare e ad aspettare qualcosa di più vicino. Comunque, oggi non voglio parlarvi delle mie avventure di viaggio, bensì di una bella iniziativa a cui potrete partecipare durante questo grande festival dell’editoria.

13055502_472209349651953_4151688113038848195_n

In occasione del Salone Internazionale del Libro di Torino 2016 Exòrma edizioni ospiterà al suo stand (E63, padiglione 1) librai da tutta Italia. Ogni libraio che aderirà all’iniziativa Librai in stand “adotterà” un titolo del catalogo Exòrma da promuovere ai visitatori durante la mezz’ora che passeranno nel nostro stand.

L’iniziativa Librai in stand nasce con l’intento di coinvolgere e dare spazio a tutti coloro che nel proprio lavoro mettono quotidiana passione e professionalità; a tutti i librai che si impegnano nel seguire i lettori non solo negli acquisti di nuovi libri ma soprattutto nella ricerca e nella scoperta. L’iniziativa verrà sostenuta da una campagna social con fotografie e video relative all’iniziativa. A questo proposito verrà utilizzato l’hashtag (#) #Librainstand.

Cliccate qui per visualizzare l’evento Facebook

Qui di seguito alcune delle librerie che aderiscono all’iniziativa: Libreria Pantaleon (Torino), Libreria Modusvivendi (Palermo), Libreria Vicolo Stretto (Catania), Roma Secret Store (Roma), Le notti Bianche (Vigevano), Libreria Roma (Pontedera), Libreria Ubik (Monterotondo), Libreria Ubik (Foggia), Libri e Letture (libreria online). Ma nel frattempo se ne aggiungono di nuove.

A questo proposito ho chiesto a Fabrizio Piazza della libreria Modusvivendi di Palermo quale libro ha deciso di adottare per #librainstand e perché.
Quale?

Né in cielo né in terra – Paolo Morelli (Exòrma, marzo 2016, 240 pp., 14,50 €)

Questo libro, quello che hanno scritto i protagonisti di Né in cielo né in terra, si spaccia per un remake di Fantasmi a Roma, il film del 1961 di Antonio Pietrangeli con Gassman, Mastroianni e De Filippo.
Un ghostwriter sogna di incontrare i suoi amici di gioventù passati a miglior vita i quali, come nel film, cercano di resistere alla speculazione edilizia che vuole cacciarli dal palazzo diroccato di Trastevere dove si sono rifugiati. Per resistere decidono di scrivere un libro con le loro storie, destinato ad avere grande successo secondo loro, e lui nel sogno si ritrova a dare una mano nella stesura. I loro racconti, le loro avventure comiche sono tutti centrati sul fatto che da vivi erano stati cacciati dalle case del rione nelle quali le loro famiglie abitavano da generazioni e sulle conseguenze di quello sradicamento, di quella diaspora. Le loro vicende esilaranti sono un viaggio nell’anima della città, in ciò che la fa sembrare immobile, indistruttibile e la definisce come eterna.

Perché lo hai scelto e perché dovremmo sceglierlo? Un minicommento che non sveli troppo.

Conoscevo Morelli e già mi piaceva il suo modo svagato di raccontare. Con questo ha superato se stesso. Con un finto remake del film Fantasmi a Roma ha messo in scena una commedia che è anche una metafora della scrittura, per definizione divagante e filosofica. Ci si diverte parecchio. Il colpo di fulmine? “C’è una zona qui nella testa che non è né mia né di nessuno, sono sicuro, una specie di steppa a perdita d’occhio”.

Ringrazio Fabrizio e per concludere: buon SalTo 2016 a tutti e in bocca al lupo ad Exòrma per questa iniziativa!

Domenica 24 aprile alle 11 Davide Longo a Palermo presenta “Maestro Utrecht”

Cari amici lettori, oggi scrivo molto velocemente per informarvi di un evento che avrà luogo domani a Palermo e che vede come protagonista un libro di cui abbiamo parlato pochissimo tempo fa qui su La Biblioteca di Babele e che è stato scelto come libro del mese del circolo di lettura Modusclub. Vi riporto il comunicato dell’evento stesso organizzato dalla libreria ModusVivendi di Palermo, che io frequento abbastanza spesso e molto volentieri perché è molto attiva in città per quanto riguarda l’interazione tra libri, autori e pubblico. Avrò il piacere, domani, di presentare insieme a delle compagne di avventura Davide Longo, autore di Maestro Utrecht.

Una grande colazione con Davide Longo, autore di “Maestro Utrecht” (NN editore). Con l’autore discutono Valentina Accardi, Francesca Maccani e Daniela Mauceri. Letture di Silvia Vitali.

Dalle 9,30 colazione con caffé biscotti e quotidiani a disposizione.

Alle 10,30 incontro con Angelo Di Liberto, fondatore di Billy il vizio di leggere, su “Modus legendi”.

Alle 11 presentazione+modusclub su “Maestro Utrecht”. Sarà presente l’autore.

Maestro Utrecht parla ai bambini, conosce gli alberi, disegna gli uccelli e si muove a piedi di paese in paese. Lascia deboli tracce del suo passaggio, come in filigrana, e anche il suo corpo diventa sempre più esile.
Davide Longo è a Utrecht quando si imbatte nella storia di Stefano M***, un italiano trovato morto sotto il ponte dell’autostrada, un mucchietto d’ossa del peso di dieci chili. Nessuno si presenta al suo funerale, ma un poeta del luogo scrive per lui un elogio funebre ricevendo in risposta una mail di ringraziamento anonima, forse da una donna. Maestro Utrecht e Stefano M*** sono gli specchi del racconto di una vita. Il romanzo di Davide Longo ci accompagna in un viaggio alle radici di una storia e della sua scrittura.

“Gli uomini sono misteri. I misteri, che crescono nelle vite, sono storie. Spesso le storie sono indagini geografiche. Un uomo indaga su un uomo, uno scrittore insegue la storia di un maestro fra Nord Italia e Olanda. Alla fine, il racconto svela più cose su colui che indaga che sul fantasma oggetto dell’indagine”. Gian Luca Favetto

Davide Longo è nato a Carmagnola nel 1971 e vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden. Scrittore, regista di documentari, autore di testi teatrali, radiofonici e per bambini, nel 2001 è uscito il suo primo romanzo Un mattino a Irgalem (Marcos y Marcos). A questo sono seguiti Il mangiatore di pietre (Marcos y Marcos), L’uomo verticale (Fandango), Ballata di un amore italiano e Il caso Bramard (Feltrinelli).

Sponsor tecnici:
Vini Tasca D’Almerita
The Hotel Sphere – Hotel Plaza Opéra e Hotel Principe di Villafranca

#LeggoNobel

Cari amici, oggi vi voglio parlare di un progetto che mi sta molto a cuore e che sta per prendere vita. Qualche mese fa ho pensato che sarebbe stato parecchio interessante leggere gli autori che sono stati insigniti del premio Nobel per la letteratura, così mi sono messa ad organizzare le cose con la mia amica Elena, che gestisce il blog Io e Pepe (e libri e altro), che vi consiglio di seguire. Abbiamo cercato di creare un regolamento, di definire gli autori da leggere e quelli da escludere, i tempi di lettura e tutto quanto. Così è nato #LeggoNobel, che si propone di essere un grande gruppo di lettura che coinvolge chiunque voglia partecipare.
Abbiamo creato una pagina Facebook in cui daremo notizie sia sui Nobel che sui vari autori che affronteremo, e da lì organizzeremo degli eventi dedicati alle singole letture in cui poter scambiare opinioni e commenti. Per il momento abbiamo pubblicizzato la pagina e stiamo diffondendo il primo evento legato a Rudyard Kipling. Speriamo di avere un buon seguito tra i lettori. Se siete degli insegnanti che vogliono partecipare con le vostre classi, sarete i benvenuti (scegliete come organizzarvi, creando un account comune di Facebook o iscrivendovi singolarmente). E dato che #LeggoNobel è solo su Facebook (almeno per interagire con gli altri lettori, perché poi potete condividere quello che volete su Twitter, sui vostri blog o dove vi pare usando lo stesso hashtag), chi non fosse iscritto può pure crearsi un account solo per partecipare con noi.

CLICCA SUL LOGO PER APRIRE LA PAGINA FACEBOOK DI #LeggoNobel [Logo realizzato da Sergio Tamborrino]

Insomma, siete tutti invitati!

Qui di seguito vi lascio il comunicato ufficiale col regolamento e con le news sul primo autore che affronteremo. Non occorre dire che se vorrete diffondere il verbo ne saremmo davvero contente perché siamo convinte che più siamo e meglio è. 😉

[Immagine realizzata da Sergio Tamborrino] Clicca sopra l’immagine per aprire il comunicato

Ogni anno vengono pubblicati moltissimi libri e, spesso, noi lettori siamo attenti alle ultime uscite, incuriositi dalle novità. A volte, però, la voglia di tornare indietro e riprendere autori dimenticati ma degni di nota si fa sentire. Per questo motivo nasce #LeggoNobel, un progetto di lettura che ha come scopo principale la (ri)scoperta di scrittori che hanno segnato la storia vincendo il premio Nobel per la letteratura ma che, per tanti motivi, non conosciamo o sono finiti nel dimenticatoio.

Leggeremo gran parte di questi autori. Sono stati eliminati dall’elenco gli scrittori di poesia, saggistica (filosofia, storia, ecc.) e teatro e quelli i cui testi sono stati giudicati troppo difficili da reperire. Ci dedicheremo, pertanto, a moltissimi romanzieri, creando degli eventi dedicati su Facebook che useremo come luogo di scambio di opinioni e di condivisione delle citazioni più belle.
Per ogni autore leggeremo un testo o due (quando se ne dovessero trovare di davvero brevi) e i tempi di lettura saranno di volta in volta diversi, a seconda della lunghezza del libro: per alcuni non ci saranno scadenze, per altri definiremo delle tappe. Idem per quanto riguarda gli intervalli di tempo tra un autore e l’altro. Orientativamente un libro ogni due mesi. L’unica regola è: niente spoiler, per non rovinare la lettura agli altri.

#LeggoNobel comincerà l’11 gennaio 2016, il primo lunedì dopo la fine delle festività invernali.
Il criterio di scelta di un libro per ogni autore sarà uno dei seguenti:
– il più significativo o più famoso;
– il più facile da reperire;
– il meno conosciuto, qualora l’autore fosse così famoso che è stato letto quasi tutto di lui.

Non è assolutamente obbligatorio partecipare a tutte le letture in comune, ogni lettore può scegliere di farsi da parte se un determinato scrittore non dovesse risultare di suo interesse. I libri scelti dagli organizzatori verranno comunicati con largo preavviso, circa un mese prima dell’inizio della lettura, per dare il tempo a tutti i partecipanti di procurarsi i testi. I lettori dovranno iscriversi agli eventi creati dagli organizzatori per partecipare a #LeggoNobel e, per condividere (nell’evento stesso, nella pagina ufficiale #LeggoNobel o altrove) pensieri, citazioni o immagini, dovranno utilizzare l’hashtag dedicato #LeggoNobel.

I blogger che fossero interessati a partecipare possono condividere questo comunicato o parlarne sul loro sito per diffondere il progetto #LeggoNobel.
Per ulteriori informazioni scrivere un messaggio privato alla pagina Facebook #LeggoNobel o contattare:
– Valentina Accardi (https://labibliotecadibabele.wordpress.com/) vale.accardi@gmail.com
– Elena Tamborrino (http://exlibris20102012.blogspot.it/) exlibrisexlibris2012@gmail.com

Il primo evento:

Clicca sull’immagine per aprire l’evento

Eccoci alla prima sfida di LeggoNobel. Leggeremo insieme “Il libro della giungla” di Rudyard Kipling, una raccolta di racconti che ha per protagonista Mowgli, il cucciolo d’uomo abbandonato nella giungla indiana e allevato da un branco di lupi.
Kipling vinse il premio Nobel per la Letteratura nel 1907 “in considerazione del potere dell’osservazione, dell’originalità dell’immaginazione, la forza delle idee ed il notevole talento per la narrazione che caratterizzano le creazioni di questo autore famoso nel mondo”.
Si comincia l’11 gennaio 2016, il primo lunedì dopo le festività, e si finisce orientativamente domenica 7 febbraio. La data della fine è indicativa, pensiamo che dovremmo farcela in un mese, ma se qualcuno dovesse restare indietro, niente paura! Siamo qui!
In questo spazio condivideremo commenti, citazioni e impressioni relative a “Il libro della giungla”.
Buona lettura!